Attenzione!

Se cambi il parco attuale,
perderai l'elenco di tutti i POI aggiunti

Cambia Parco Indietro

Crea il tuo itinerario

Pianifica la visita selezionando il parco e la stagione di tuo interesse.
Scopri bellissimi luoghi da aggiungere al tuo itinerario personale.

Crea Nuovo Modifica un itinerario esistente

Crea il tuo itinerario

Pianifica la visita selezionando il parco e la stagione di tuo interesse.
Scopri bellissimi luoghi da aggiungere al tuo itinerario personale.

Per creare i tuoi itinerari ti devi loggare/registrare

Accedi

o

Registrati Lo farò dopo

Modifica un itinerario esistente

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per aver maggiori infomazioni utilizza il form qui di seguito

Maggiori informazioni per




 Autorizzo l'utilizzo dei miei dati al fine dell'invio della newsletter




La festa della zucca

Parco Naturale delle Prealpi Giulie

Disegnate, scolpite, di diverse forme e colori: la Festa della Zucca, che si svolge ogni anno a fine ottobre nel borgo di Venzone, è un’occasione per gustare questo e tanti prodotti tipici friulani, tra rievocazioni, bancarelle e festeggiamenti.

La coltivazione di questo prodotto ha registrato una ripresa significativa grazie al progetto “Una Zucca per Venzone”, che ha anche identificato la varietà più adatta per le condizioni pedologiche e climatologiche del territorio. Oggi in queste terre si coltiva Tetsukabuto, una varietà giapponese che ricorda la zucca Delica, ma di dimensioni leggermente più grandi.

Ogni anno, alla fine di ottobre, più o meno in corrispondenza con la ricorrenza di Ognissanti, a Venzone si svolge una grande festa dedicata alla cucurbitacea: tutta la popolazione si raccoglie nel centro storico di origine medievale, addobbato per l’occasione. Tra le viuzze di Venzone vengono allestite bancarelle su cui spiccano zucche abilmente scolpite, mentre rievocatori in abiti medievali sfilano in corteo per la città, passando dalla piazza del municipio al Duomo. Durante i due giorni di festeggiamenti si può assistere a spettacoli di sbandieratori, mangiafuoco e giocolieri e cenare nelle taverne, aperte per l’occasione.

La festa è anche un momento per ricordare la storia del campanile del Duomo, nota anche come la storia della “Zucca d’oro”. Narrano le cronache che la comunità di Venzone, dopo aver fortificato la città ed edificato la chiesa, dovendo soltanto terminarne il campanile, si trovarono sprovvisti del necessario. Dal consiglio furono imposte tasse, pedaggi straordinari e richieste offerte ai passanti. Terminato allora il campanile con la guglia ricoperta di rame, gli abitanti di Venzone chiamarono un maestro di Udine che coronò la bella opera con una splendida palla dorata.

Il consiglio, però, decise di pagarlo un terzo rispetto al prezzo pattuito. Fingendo di accettare l’offerta, l’uomo tornò sulla guglia durante la notte, la rubò e la sostituì con una zucca dorata. I venzonesi si accorsero dell’inganno solo svariati giorni più tardi, quando la decorazione che credevano in oro puro marcì e cadde a terra.

La festa è organizzata dalla Pro Venzone, in Via G. di Mels, 5/4.  Per informazioni sulle date esatte è possibile telefonare al numero +39 0432 985034, inviare una e-mail agli indirizzi  festadellazucca@libero.it oppure provenzone@libero.it o ancora consultare il sito www.prolocovenzone.it.

Duomo di Venzone

Duomo di Venzone

Nel 1976, Venzone è stata una delle città maggiormente colpite dalle scosse di terremoto che devastarono il Friuli tra maggio e settembre; quasi tutto il centro storico fu raso al suolo, compreso il suo duomo, capolavoro romanico-gotico iniziato nel XIII secolo e inaugurato nel 1338 dal patriarca Bertrando di San Genesio. Crollato completamente, fu ricostruito grazie a un'attenta catalogazione delle pietre con la tecnica dell'anastilosi. Le cicatrici inferte dal terremoto sono ancora ben visibili. Da vedere, i portali e gli altorilievi sulle facciate (in particolare quello settentrionale, a cui ha lavorato il "Maestro Giovanni") le pale d'altare e l'organo del 1792. Piazza Duomo, 2; orario estivo, 8,00-20,00; orario invernale, 8,00-17,00; tel. 0432 985 032.

+ crea un itinerario con questo luogo

Ti è piaciuta?

0
Condividi questa storia

Crea il tuo itinerario

Programma la tua visita al Parco naturale

© 2016 Sentieri Stagionali. Tutti i diritti riservati.